Arti Marziali Bellinzago

L’Associazione sportiva Arti Marziali Bellinzago Uragano è nata da un idea del maestro Marino Baccin nel novembre 2000.
Lo scopo dell’associazione senza scopo di lucro e di promuovere la divulgazione delle Arti Marziali Bellinzago insegnate dal maestro Marino Baccin.

Arti Marziali Bellinzago Uragano oggi gestisce corsi di Taekwondo, Hek KI Boen (HKB), Escrima Latosa e di difesa personale a Borgomanero, Novara, Bellinzago e Caltignaga.

Arti Marziali Bellinzago Taekwondo

arti marziali bellinzagoTaekwondo (pron.: Tecondò) – dal coreano Tae “colpire col piede, kwon “pugno” e do “arte”. Metodo di combattimento di antica origine coreana. Praticato sin dal 1° sec. a.C. come arte marziale, il Taekwondo si è affermato come disciplina sportiva di combattimento nella seconda metò del sec. XX, distinguendosi dagli altri sport marziali per la particolare efficacia, dinamismo e spettacolarità delle sue tecniche di gamba (calci circolari ed in volo, calci multipli).

Diffuso in tutti i continenti (160 le nazioni affiliate alla World T. Federation, 46 in Europa, 50 milioni i praticanti), il Taekwondo è stato ammesso inizialmente come sport dimostrativo ai Giochi Olimpici di Seoul ’88 e Barcellona ’92, per poi essere inserito come sport olimpico ufficiale dalle Olimpiadi di Sidney 2.000. Gli atleti, divisi per sesso, età e categorie di peso (otto), indossano la tradizionale divisa bianca (dobok) con cintura, sono muniti di protezioni (casco e corpetto) e si affrontano su un quadrato di 12m x 12m.

I colpi validi per il punteggio possono essere diretti solo sul tronco o al volto dell’avversario usando il piede; usando il pugno il solo bersaglio valido è il tronco. Il combattimento, della durata di tre riprese di tre minuti ciascuna con 60″ di intervallo, è diretto da un arbitro centrale coadiuvato da tre giudici d’angolo. Dai punti validi si sottraggono le eventuali penalizzazioni per tecniche proibite (spingere, colpire il viso col pugno, colpire col ginocchio, atterrare l’avversario ecc.). L’incontro di Taekwondo, oltre che con la vittoria ai punti, può concludersi per abbandono, squalifica, KO, intervento arbitrale.


Arti Marziali Bellinzago Hek KI Boen (HKB)

arti marziali bellinzagoIl Hek KI Boen (HKB) nasce come sintesi essenziale dei principali stili di Kung Fu praticati nel monastero di Shaolin e come perfetto punto di incontro tra “scuola esterna” e “scuola interna” cinese. I suoi movimenti essenziali e diretti liberano una grande energia vitale e garantiscono al praticante la massima efficacia in ogni situazione di combattimento.

Le caratteristiche peculiari di agilità, precisione e velocità, unitamente al facile apprendimento, rendono lo stile uno dei sistemi più validi per il combattimento e per la difesa personale di uomini e donne.

Il Hek KI Boen (HKB) (pinyin yongchun) è uno stile di Kung fu cinese basato sulla meccanica di movimento del corpo umano. La tradizione vuole che questo stile sia stato creato da una monaca Shaolin (Ng Mui) in Cina nel 17° secolo e poi trasmesso a una donna dalla quale prese il nome, Yim Wing Chun.

il metodo è tutt’oggi un noto ed efficace metodo di difesa personale utilizzabile da tutti, indipendentemente dal sesso, dalle caratteristiche fisiche, o dalla forza. Il Hek KI Boen (HKB) è un metodo scientifico che insegna la via più efficace per attaccare controllando allo stesso tempo i possibili contrattacchi dell’avversario, quindi senza mettersi in in una posizione di pericolo. Un abile praticante di Hek KI Boen (HKB) è paragonabile ad un maestro di scacchi, che attacca difendendosi allo stesso tempo.

 


Arti Marziali Bellinzago Escrima Latosa

arti marziali bellinzagoSISTEMA DI COMBATTIMENTO CON O SENZA ARMI ORIGINARIO DELLE FILIPPINE

I sistemi di arti marziali , specialmente il sistema di arti marziali Filippino, non si sviluppano da un giorno all’altro! Lo sviluppo di un sistema richiede tempo, esperienza, prove e solide basi.L’Escrima Latosa non è uno di quei sistemi che nascono semplicemente “dando un nome tradizionale” ad un insieme di tecniche, magari con l’aggiunta di qualche “trucco filippino” per farla sembrare più esotica. L’Escrima Latosa ha attraversato due decenni di prove e sviluppo prima che Rene Latosa la battezzasse con il nome attuale.

Originariamente L ’Escrima nasce nelle Filippine per contrastare l’invasione dei “conquistadores” spagnoli. Arte da guerra per la guerra, basata sulla realtà del combattimento è stata testata dal vero in battaglia per secoli.

L’abilità degli “escrimadores” ha del leggendario: ancora oggi nelle isole si racconta delle loro gesta. Nella sua terminologia risente ancora dell’influenza spagnola (Escrima infatti significa scherma). Una volta tenuta gelosamente segreta e tramandata di padre in figlio, oggi è disponibile al pubblico occidentale. Specializzata nell’uso delle lame e di ogni tipo di arma, l’Escrima è l’Arte Marziale per eccellenza nella quale si trova ancora lo spirito dei guerrieri del passato.

Ma l’Escrima non è solo guerra: come tutta le arti ha un suo lato interiore e spirituale ed è quello che si trova ad un livello più profondo, quando l’uomo è solo con se stesso. Per questi motivi l’Escrima ha tante cose da offrire anche a chi proviene da altre discipline.


Arti Marziali Bellinzago Hapkido

arti marziali bellinzagoSISTEMA DI DIFESA PERSONALE ORIGINARIO DELLA PENISOLA COREANA

Filosoficamente l’Hapkido si rifà a dei concetti naturali ed immutabili come l’acqua, la circolarità dei movimenti e la non resistenza. Il concetto dell’acqua interagisce costantemente con tutto l’apparato tecnico/strategico specifico di questa arte marziale: si cerca di “compenetrare” l’azione stessa aggressiva e di “affogarla” nel suo stesso impeto. Non scordiamoci del fatto che l’acqua come forza della natura è estremamente devastante se non saputa controllare. Inoltre si pensi un attimo ai risultati che la sua stessa azione con “costanza” e “perseveranza” può nel tempo, modificare l’ambiente naturale, in caso specifico si pensi ai giganteschi Canyon scavati dal suo fluire e scorrere nel tempo oppure la classica goccia che col tempo scava anche la roccia più dura. Gli altri due concetti molto importanti sono naturalmente il principio di circolarità e quello di non resistenza (tipico delle discipline derivate dall’antico Aiki-Jitsu e praticate in discipline quali il Ju-Jitsu, il Judo, l’Aikido, la Lotta). Ad una forza esterna non ci si oppone mai con la forza, ma cercando, di contrastarne l’effetto stesso attraverso una spinta (se tirati) e ad una trazione (se spinti); in tal modo verranno enfatizzate la loro stessa direzionalità rendendole così neutralizzabili. Nell’Hapkido si rimarca anche l’azione del girare su se stessi per aumentare la potenza devastante dei colpi o neutralizzare gli attacchi diretti. E’ molto importante riuscire a miscelare sapientemente i concetti sopra esposti. Lo scopo di un praticante di Hapkido è quello di ricercare l’efficacia nella sua difesa personale (attraverso la tecnica) rispettando questi concetti basilari. Rendendo sinergici questi elementi è possibile sviluppare le specifiche capacità motorie quali precisione, velocità e coordinazione; componenti inscindibili per sapersi difendere e combattere. Infine il termine HAP KI DO è composto dagli ideogrammi che rappresentano la coordinazione (Hap), l’energia (Ki), il percorso, la via, l’arte (Do). Il significato ultimo del termine Hapkido sta in ciò che esso esprime letteralmente: “la Via del Potere Coordinato”. Semplificando: l’arte per lo sviluppo di diverse energie.

L’Hapkido e’ un’arte marziale, logica e scientificamente semplice allo stesso tempo, e’ un efficace sistema di difesa personale, nonche’ un’ottima attivita’ fisica.

Essa è completamente diversa da qualsiasi altra arte marziale perche’ enfatizza l’economia di movimenti, rendendo superfluo l’uso della forza bruta. Tutte le tecniche dell’ Hapkido sono basate su movimenti del corpo, diretti e circolari, pratici e naturali, facili da imparare, ed immediatamente applicabili. Gli studenti di Hapkido sviluppano il proprio equilibrio, la propria rapidita’ e la propria stabilita’ attraverso esercizi specifici che servono ad affinare i movimenti ed a coltivare la potenza. Attraverso la supervisione di un istruttore qualificato, l’allievo verrà messo in poco tempo nella condizione di padroneggiare gli automatismi necessari per il combattimento e la difesa personale in varie situazioni. Come nel Pugilato occidentale o nel combattimento da strada, si enfatizza la protezione della linea centrale del corpo attraverso pugni e calci e soprattutto evasioni circolari, dinamiche e potenti. Si ricordi il perchè questa disciplina fu messa a punto dal suo fondatore: difendersi da aggressioni multiple, questa è la specificità di questa ecclettica arte marziale coreana.

L’Hapkido non prevede (anche se ci troviamo dinnanzi ad una disciplina altamente spettacolare), tecniche strabilianti, o piroette fini a se stesse, nè tantomeno si frantumano pezzi di legno o tegole. L’impostazione migliore di questo sistema la si ottiene amalgamando in modo intelligente l’azione delle tecniche con gli attacchi più congeniali alla situazione dinamica stessa e soprattutto adeguate alla morfologia del praticante. La tecnica sviluppata a corto raggio (cioè a distanze ravvicinate con l’aggressore o gli aggressori) consentono di far letteralmente “volare” in aria i malcapitati aggressori. Questa e’ una prova della grande potenza sviluppabile attraverso la pratica dell’Hapkido.

Le tecniche superiori dell’Hapkido sono alla portata di tutti a prescindere dal sesso, dall’eta’, dalla corporatura, o dalla massa muscolare (purchè si pratichi regolarmente). Altri benefici offerti da questo sistema sono il controllo dello stress, l’auto disciplina, l’aumento di capacita’ di concentrazione, l’aumento di fiducia in se stessi, e soprattutto il benessere psico-fisico che si manifesta fin da subito. L’Hapkido garantisce una vita salutare e colma di soddisfazioni…l’umiltà farà il resto.

Summary
Article Name
Arti marziali Bellinzago
Description
Corsi di arti marziali Bellinzago insegnate dal maestro Marino Baccin di Taekwondo, Wing Chun, Escrima Latosa e di difesa personale.
Author
Publisher Name
arti marziali Bellinzago
Publisher Logo